Odontoiatria conservativa

Odontoiatria conservativa:

cura la carie con la minima invasività

L’odontoiatria conservativa definisce le cure dentali necessarie alla cura dei denti dalla carie. Materiali di nuova generazione e minima invasività: questa è la modalità della conservativa Bricca.

L’odontoiatria conservativa moderna si basa sul concetto di minima invasività, pertanto il tessuto cariato viene rimosso e sostituito con un materiale da restauro, che viene legato direttamente al tessuto sano.

Le carie possono essere superficiali o profonde.

Nel primo caso ci si limita ad asportare parte della dentina e dello smalto interessati dalla carie, otturando il dente con appositi materiali (i compositi).

Nelle carie profonde vi può essere un interessamento della polpa del dente, contenente anche le fibre nervose: in questo caso si ricorre alla cura canalare detta anche devitalizzazione.

Se la semplice otturazione non è sufficiente a garantire una buona tenuta del restauro del dente, si ricorre agli intarsi, costruiti nel laboratorio odontotecnico per essere poi fissati (cementati) sul dente del paziente.

Le fasi dell’odontoiatria conservativa sono generalmente quattro:

eliminazione della carie

pulizia e disinfezione della cavità del dente

asportazione del tessuto malato e infetto

ricostruzione della sostanza dentale perduta con materiale di otturazione

Presso lo Studio Dentistico Dr. Bricca Claudio non vengono più utilizzate le cosiddette amalgame d’argento (che richiedevano una preparazione ritentiva, quindi estesa) sostituite, ormai da diversi anni, da materiali compositi che per le loro caratteristiche permettono una preparazione della cavità cariosa meno ampia rispetto all’uso dell’amalgama.

Contattaci

Richiedi un appuntamento GRATUITO

PRENOTA SUBITO